giovedì 20 maggio 2010

L'ASINO fa 1000!!


Un mio piccolo contributo alla festa dell' Asino.





Oggi è uscito il NUMERO MILLE!
del blog quotidiano di satira politica L'Asino condotto, da Ro
Marcenaro, con la collaborazione di una quarantina di collaboratori che vanno da Lido Contemori a Franco Origone a Gianni Allegra da Gianni Carino a Fabio Norcini, da Paride Puglia a Bandanax, da Giulio Laurenzi a Umberto Romaniello, da Rocco Grieco e la cara grande Marilena Nardi a tanti altri.


Dal NUMERO MILLE! alcune delle splendide vignette festeggianti:

http://3.bp.blogspot.com/_q9ePyBALP64/S_RWHiyS55I/AAAAAAAAO3Q/LweqYPZPVSU/s1600/v1532.jpg

Paride Puglia ( ha preso spunto da una mitica copertina)

http://4.bp.blogspot.com/_q9ePyBALP64/S_RWg7YiDdI/AAAAAAAAO3w/TEAis1EkCOo/s400/asino_1000.jpg
Marilena Nardi L'Asino


http://4.bp.blogspot.com/_q9ePyBALP64/S_TTeH_9YlI/AAAAAAAAO4g/OGLlY0oaDhY/s400/ho_visto_cose.jpg
Contemori L'Asino


L'ASINO porta fiero sulla sua soma il premio di satira politica Forte dei Marmi vinto nell’ autunno scorso

La Motivazione del premio:
IL XXXVII PREMIO FORTE DEI MARMI PER LA SATIRA POLITICA È STATO ASSEGNATO PER LA SATIRA SUL WEB A:

«L'ASINO» www.tornalasino.blogspot.com

Centodiciassette anni di storia quotidiana non hanno cambiato proprio nulla, neanche che il popolo continui ad essere come "l'Asino: utile, paziente e bastonato". Era scritto fin dal 1892 sulla storica testata dell'Asino di Podrecca e Galantara; l'ha voluto ripetere sulla testata del blog satirico un senatore della satira disegnata ed animata come Ro Marcenaro, che ha chiamato attorno a sé, tanti disegnatori ed autori prestigiosi che con quotidiana puntualità sferzano sulle pagine di internet.

Irriverente, dichiaratamente fazioso, il nuovo "Asino" è un inno alla libertà di sberleffo.



Oltre dieci anni fa, mentre scorrevo le pagine di una enciclopedia sulla storia d'Italia, mi colpì l'immagine di una testata di un giornale: era proprio quella de L'Asino, fondato dal marchigiano Gabriele Galantara insieme a Guido Podrecca nel 1892. L'immagine raffigurava il "popolo umile, paziente e bastonato" che foraggiava...una enorme bocca spalancata di un ricco-grasso. Il disegno aveva un segno energico, carico di elementare e virulento vigore, capace di forti e grottesche deformazioni, l'iintreccio arte-umanità con una forte sensibilità per le sofferenze dei ceti popolari, costituiva il tratto distintivo di Galantara...e questa è una caratteristica che si è consolidata nel tempo ed è sfociata nell'attuale L'Asino diretto da Ro Marcenaro, di cui faccio orgogliosamente parte insieme ad un gruppo di manipoli! Mille auguri L'Asino, di altri mille e ancor più mille numeri!(Paride Puglia)

Ro Marcenaro ha preso spunto daL'Asino, una rivista di satira politica che nacque a Roma il 27 novembre 1892, l'anno del primo ministero Giolitti e della costituzione del Partito Socialista Italiano.
L'Asino fu ideata da Guido Podrecca, uno studente universitario carducciano, positivista e socialista, e da Gabriele Galantara, ex studente di matematica, disegnatore e pupazzettista geniale, anch'egli socialista. I due assunsero gli pseudonimi di "Goliardo" (Podrecca) e di "Ratalanga" (Galantara), e con questi soprannomi firmarono le uscite del settimanale.

L'ASINO di Galantara

In mostra L'Asino di Ratalanga, satira mordente
Forte dei Marmi presenta L'ASINO di Podrecca e Ratalanga

"Prendendo il trotto"

Giosuè, poeta moderno e grande - non ramingo, affamato, ospite di caprai, come l'antico Omero; ma (ohimè!) commendatore lucido e rotondetto nelle corti e tra i ben nutriti -maravigliato dal mio guardare attonito chiesemi con dolcissimo suono di rime:

Oltre la siepe, o antico paziente,
de l'odoroso biancospino fiorito,
che guardi tra i sambuchi a l'oriente
con l'accesa pupilla inumidita?"
Io non guardo all'oriente, o poeta, ma guardo al mondo che è del tutto...disorientato.
Guardo a questa matta popolazione di asini divisa in due categorie:
Gli asini da soma; e gli asini d'oro,
I primi vanno ai campi; i secondi stanno alla greppia.
I primi portano la farina; i secondi...la mangiano!
Guardo al fenomeno curioso, e ne penso la causa: perché tutto ciò?
Perché i primi hanno il basto; e i secondi...il bastone.
Oh vivaddio...basta!Io, nato fra gli asini da soma, non
Penso l'ardente Arabia e i padiglioni di Giob,
ma penso, per Giobbe! che è ora di finirla, e col primo vagito mando un raglio di ribellione:
compagni di fatica! sprangate a calci a destra, a sinistra...e al centro!
Buttate il basto! e frantumate il bastone!
Per tutti la fatica! per tutti la farina!


Intervista a Ro Marcenaro:

2 commenti:

  1. Cara Fany, a nome di Ro e degli autori satirici de L'Asino, ti rimgraziamo di cuore per l'ospitàlità sul blog e grazie anche per gli auguri. Un abbraccione

    RispondiElimina
  2. Siete fantastici 1000 e 1000 auguri!
    Piccola cosa la mia ospitalità in confronto alla vostra
    grandezza!
    Un brindisi a tutti voi!

    RispondiElimina