lunedì 3 maggio 2010

3 maggio - Giornata mondiale della libertà della stampa


CENSURA.
Agim Sulaj

La Giornata mondiale della libertà di stampa è stata istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite nel dicembre 1993.

La giornata, celebrata ogni anno il 3 maggio, rappresenta da un lato un’occasione per promuovere azioni concrete e iniziative finalizzate a difendere la libertà della stampa, ma dall’altro è anche un’opportunità per valutare la situazione della libertà di stampa nel mondo; è una giornata destinata a richiamare l’attenzione, allertare e sensibilizzare il pubblico, stimolare dibattiti tra i professionisti dei media, oltre a essere una giornata commemorativa, per ricordare i giornalisti che hanno perso la vita nell’esercizio della professione.

L’azione del Consiglio d’Europa a favore della libertà della stampa e dell’informazione è basata sull’articolo 10 della Convenzione europea dei Diritti dell’Uomo, che riconosce tale diritto fondamentale come la pietra angolare della democrazia. L’Organizzazione conduce attività di cooperazione per aiutare i paesi a elaborare testi normativi e contribuire a instaurare pratiche conformi alle norme europee. Ha in particolare istituito un gruppo di specialisti internazionali incaricato di trattare le questioni relative alla libertà di espressione e di informazione in tempo di crisi. Le trasformazioni della società dell’informazione pongono il Consiglio d’Europa dinanzi alla sfida di difendere e mantenere i propri principi fondamentali nelle nuove realtà, tra le quali spicca Internet.





The Pen is Mightier than the Sword
By Harry Harrison - Hong Kong


muslim- fundamentalism against freedom of press
By Arend van Dam -



China vs uncensored Google
By Dave Granlund - Politicalcartoons.com


Printed books dying off
By Dave Granlund - Politicalcartoons.com
--------------------------
http://4.bp.blogspot.com/_966Yt4MyBDA/S98nQBmicnI/AAAAAAAABIY/VBBbxpGKbnc/s400/v704.JPG

XVIII Giornata mondiale della libertà di stampa
In anticipo rispetto agli altri anni giunge il rapporto annuale sullo stato di salute della stampa mondiale edito da Freedom House. Lo studio mette in luce una sensibile diminuzione della libertà di stampa mondiale per l'ottavo anno consecutivo, producendo un quadro globale in cui una sola persona su sei vive in paesi con una stampa libera. L'Italia scivola quest'anno al 74° posto (l'anno scorso eravamo al 72°) ed è l'unico paese tra le grandi democrazie occidentali ad essere considerata "partly free" (parzialmente libero). Se volessimo trovare un "cugino europeo" che stia peggio di noi, dovremmo guardare alla Russia.
Paride Puglia PUNCH

--------------------------------------

3 maggio: quale libertà di stampa?

http://www.un.org/apps/news/story.asp?NewsID=34570&Cr=press+freedom&Cr1=

Nessun commento:

Posta un commento