martedì 26 ottobre 2010

I 4 DELL'APOCALISSE, caricature di Portos - 24 ottobre

I 4 DELL'APOCALISSE, caricature di Portos - 24 ottobre
appendice alla settimana in vignette: 18 - 25 ottobre.


 PIETRO LUNARDI
La settimana appena finita ci ha servito ancora una volta un bel piatto di Casta all’amatriciana: la benevola giunta della Camera (più nota, infatti, come Camera Caritatis) ha negato l’autorizzazione
a procedere nei confronti dell’ex Ministro delle Infradito Pietro
Lunardi, accusato di essersi fatto corrompere da Propaganda Fide e di aver comprato da questa una palazzina a tre milioni, quando il suo prezzo di mercato era di ben otto. Dopo la buona e inattesa notizia, la Santa Sede sarebbe incline a pronunciarsi per il riconoscimento
del miracolo: dopo la moltiplicazione dei pani e dei pesci di qualche
tempo fa, in questo caso si sarebbe verificata un’altrettanta mistica diminuzione dei prezzi e dei mutui. Del resto anche Nostro Signore, secondo il nuovo catechismo a cura di Propaganda Fide, è nato “in un’umile caparra”. Secondo i giudici, Lunardi avrebbe contraccambiato
lo “sconticino”, concedendo 2 milioni di finanziamento pubblico
per far ristrutturare un immobile del Vaticano. “E’ una menzogna – ha
replicato con amarezza mons. Crescenzio Sepe – una malignità sostenuta dai soliti sepolcri imbiancati. A proposito, nel caso… sarebbe possibile farli imbiancare a spese dello Stato italiano?”


ANGIOLINO ALFANO
Il nostro vivace Ministro di Grazia e Giustizia è senza dubbio l’Ang iolino
custode del Premier, che gli avrebbe anche chiesto: “ Senti Alfano…di Giustizia, chi se ne frega… ma questa Grazia, me la potresti presentare?”. Il Loden Alfano, pazientemente confezionato per tenere al caldo Silvio Berlusconi, sulla base del parere favorevole della Commissione Affari Costituzionali, adesso è anche retroattivo e copre quindi i fatti antecedenti l’assunzione della carica, a partire da un eventuale furto di figurine alle elementari. Si lavora ora alacremente all’ipotesi di uno scudo giudiziario
che salvaguardi le più alte ( grazie ai sottotacchi) Cariche dello Stato, sin
dal primo rilevamento ecografico“La Commissione ha lavorato bene –
ha commentato soddisfatto Alfano davanti ai giornalisti –… ma, a proposito di commissione… scusatemi, devo andare a prendere due etti di prosciutto crudo e uno stracchino al Presidente del Consiglio. Per le cose
importanti, si fida solo di me.”. La recente decisione degli Affari Costituzionali, comunque, non sorprende affatto i cittadini italiani: la sensazione che ci sia qualcosa di retroattivo,
ciò di attivo nel loro retro, ce l’hanno già da parecchio tempo.

     MERCEDES BRESSO
Per anni abbiamo creduto ingenuamente
che i politici fossero gente che conta, invece si tratta il più delle volte di gente che riconta. Dopo molte polemiche,
il Consiglio di Stato ha sospeso il riconteggio delle preferenze elettorali riguardanti le recenti regionali
piemontesi, benché nel novero siano state rinvenute alcune migliaia di schede relative alle politiche del 1861, recanti
il nome di un certo Francesco Crispi, poi cancellato con un tratto di
pennarello e sostituito con quello di Roberto Cota. Le maggiori, presunte irregolarità sarebbero state però riscontrate
nella lista “Pensionati per Cota”, i cui elettori avrebbero votato
utilizzando, invece delle apposite schede, le copertine dei più recenti numeri di Sorrisi e Canzoni Tv. Niente di grave, comunque, come peraltro sostenuto con grande forza e chiarezza
dal Pdl. Nel Centrosinistra invece, ci avrete fatto caso, nessuno s’è scalmanato molto per sostenere la combattiva
Mercedes nel tentativo di difendere la legalità. Dopo il trionfo televisivo di Terra Ribelle su Raiuno, che ha battuto
nettamente I C e s a ro n i , la Bresso sembra essere destinata a diventare la protagonista di una nuova fiction di
successo: Terra Bruciata.




 ALFONSO MARRA
Più che Report, Milena Gabanelli, dovrebbe intitolare il suo programma
RIPORT, qualora volesse occuparsi del magistrato Alfonso Marra, vista la fantasiosa pettinatura alla bersagliera che ostenta in televisione e nelle foto sui quotidiani. Accusato di far parte della nuova Loggia massonica P3, il Presidente della Corte d’Appello di Milano ha fatto ricorso alla cosiddetta“strategia della Pensione”: si è messo a riposo e ciccia. La Direzione Generale dell’INPS ha emesso immediatamente
un’informativa, nella quale specifica quanto segue: “ Con -
siderato il proprio annoso e irrisolvibile deficit, l’Istituto Nazionale di
Previdenza Sociale comunica di non essere in grado di sopportare il prepensionamento di decine di migliaia di persone indagate, inquisite e aderenti ad associazioni segrete, cui si consiglia calorosamente di fare ricorso a validi studi legali, alla latitanza oppure alla candidatura nel corso delle prossime elezioni”. Intanto, sono
stati annunciati in queste ore i primi voli charter dal Giappone e dagli
Stati Uniti, carichi di turisti curiosi di venire ad ammirare nel nostro Paese uno spettacolo assolutamente inusuale
ed emozionante: un italiano che lascia la poltrona.





http://1.bp.blogspot.com/_LHQQZyO-HrY/TH4wdBeMIbI/AAAAAAAAC64/yHjryaqZ9wA/s1600/fany.big_smile.png http://1.bp.blogspot.com/_LHQQZyO-HrY/TH4wdBeMIbI/AAAAAAAAC64/yHjryaqZ9wA/s1600/fany.big_smile.pngTratti da Il Misfatto  Inserto di satira e maldicenze
de Il Fatto Quotidiano  http://www.ilmisfatto.it/

Disegni di Disegni di Portos
e
               Testi satirici di Marco Presta.
http://2.bp.blogspot.com/_VEjt2c4CQYQ/TMAcez_w0aI/AAAAAAAABo0/viOJ9ZkPZN0/s1600/Media+p.jpg
RealitiSCIO' - PORTOS Comic strip
Questa vignetta invece ha un commento di Marco Vicari per leggerlo cliccare sull'img sottostante



Altre vignette della settimana di Portos:

gli ITALIAN GALERY....................................................

Calderoli: serve "patto del trampolino" tra Berlusconi, Fini e Bossi
Il legale del Presidente del Consiglio: 
ad Antigua è tutto regolare.
Sì dei finiani al Lodo Alfano

i RealitiSCIO'---------------------------------------

Cattelan vuole donare 

per sempre la sua Opera alla Città


 Emergenza rifiuti per il Berlusca.

Nessun commento:

Posta un commento